UN INTRIGANTE ABBINAMENTO FRA CULTURA E GASTRONOMIA

3 febbraio 2017 Senza categoria Comments (0) 107

L’ultimo week-end di Gennaio, (sabato 28 e domenica 29) si è svolto a Noventa Padovana una coinvolgente rassegna gastronomica dedicata al maiale: “Sua maestà il maiale, tutto il buono del maiale” organizzata da Leopoldo Simonato (Veneto a tavola). Fra gli altri stuzzicanti avvenimenti, il sabato abbiamo assistito a una lezione”Far sui saeadi”, guidata da (Antonio) un esperto norcino sulla preparazione di cotechini, salsicce, salami ecc. La domenica abbiamo approfondito l’esperienza con un altro competente norcino, proveniente dalla suggestiva valle dei Mocheni in Trentino, (vicino Pergine), che fra l’altro ci ha mostrato la preparazione di un tipico delizioso prodotto trentino la carne salada.

Il macellaio Nicola era assistito dalla cordiale moglie Susi Andreatta, che, con piacere, abbiamo scoperto essere anche una scrittrice, che ha pubblicato diversi libri di genere fantasy. Un intrigante abbinamento fra cultura e gastronomia. E’ stata, fra l’altro, l’ideatrice di una saga medioevale che ha entusiasmato parecchi lettori“La saga di Adrian”. Conversando con Susi abbiamo scoperto che di mestiere fa l’ostessa e per passione scrive audaci racconti di avventura. Le sue narrazioni di ambiente medioevale, si svolgono nelle splendide e magiche valli del Trentino dove l’autrice e nata e vive. Questi ambienti incantati per le bellezze naturali e ricchezza di tradizioni hanno sicuramente influenzato gli scritti dell’autrice che vi vengono ambientati con cura e precisione. Gli ultimi romanzi di Susi sono una trilogia di storie che hanno come titolo principale “Il mondo di ghiaccio“. E’ un’epopea inserita in un futuro, neanche troppo incredibile, che fa riflettere su temi e problematiche ambientali che sono care a tutti noi.

Durante questa piacevole chiacchierata, Susi ci ha detto che :pubblica i libri da sola, perché ritiene che sia il miglior modo di divulgarli e mantenere un più stretto contatto con i lettori, afferma che c’è più soddisfazione a fare da sola, è importante, infatti, mettersi alla prova e credere con passione nel proprio progetto. Si promuove innanzitutto nei mercati e nelle fiere, dove si diverte e stabilisce un più stretto rapporto con i lettori.

Che dire: è stata veramente una bella scoperta, grazie a slow food, abbiamo trovato un collegamento fra i libri e il buono , pulito e giusto.

RITA MORINI

Continue Reading